Briciole di Emozioni e di Web…Fasix

…volevo cambiare il Mondo, ma il Mondo ha cambiato me.

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. la formula ikea attira tantissime persone, ti senti libero, gironzoli , ti puoi sedere , ho visto gente stendersi sul letto, puoi mangiare , i bambini non fanno i capricci, i mariti ti seguono e sembrano divertirsi , forse perchè non hanno realizzato che i mobili poi li monteranno loro………………………sono una fans dell’ikea . Ma toglimi una curiosità, non mi dire che hai preso tutte quelle matite per fare la foto, bello l’allineamento , complimenti . Ciao cris

    Mi piace

    ilfilodellafantasia

    1 settembre 2011 at 14:03

    • Ciao Cris, io tutto sommato sono del parere che sono dei geni. Hanno un sistema davvero incredibile, riescono a catturare l’interesse in modo fantastico. Se poi penso che ho passato metà del mese di agosto a montare quello che la mia lei ha acquistato, vabbhè o si litiga o ci si ama e qui anche su questo forse i geni di Ikea hanno fatto le loro considerazioni. Quello che più mi sconvolge, e sicuramente influisce il fatto che io i mobili li commercializzo, è come sia possibile che abbiano determinati prodotti e a quali prezzi? Prendo l’esempio, un tavolino dal nome impronunciabile l’ho pagato 7,99 se tolgo pure l’IVA che mi auguro verseranno di certo ne viene un prodotto a 6,66. Dico và bene che è fatto di cartone ma cavoli, il produrlo in cina il trasporto le spese ecc…OK ammesso anche questo quello che più recriminavo è che hanno fatto lavorare così non un italiano, o una azienda italiana, ma una azienda estera e perciò i soldi della produzione escono dall’italia. Poi noi consumatori li spendiamo ma il giro non resta qui, per cui chi produce arricchisce il paese in cui produce, producendo prodotti e di conseguenza ricchezza che poi viene ridistribuita. Così la ricchezza dei prodotti Ikea finisce in Svezia o nei paesi in cui loro produco e acquistano. Scusa come detto forse sono di parte e mi devo adeguare, ma era un pensiero che volevo esternare. Le matite?? Non sò più dove metterle, ho persino provato a buttarle nella pasta come spaghetti… HHAAA No dai per fortuna c’è Google e mi sono scaricato le foto tutte da lì. Ciao Fabio.

      Mi piace

      Fasix

      1 settembre 2011 at 14:52

  2. Caro Fabio, più che una antina colorata è un serpente che si morde la coda!
    Se si lavora si produce, se si produce si guadagna, se si guadagna si consuma, se si consuma si genera posti di lavoro. Indipendentemente dal paese in cui vivi, tanto che la crisi oggi è mondiale.
    A me la ricetta sembra semplice e di buon senso: vivere una vita con l’essenziale!
    Cioè i valori, cioè il rispetto della natura, cioè per essere in dignità e non apparire a scapito di altri.
    Allora la ricchezza che c’è, e non ce lo dicono, venga ridistribuita e scompaia il divario tra ricchi e poveri.
    Io vedo dei segni di coscienza nei recenti movimenti di liberazione in Africa…
    Del resto da ogni caduta è possibile rialzarsi, il passato ce lo insegna!
    Buon ferragosto!
    L

    Mi piace

    laurin42

    15 agosto 2011 at 16:41


...e tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: