Briciole di Emozioni e di Web…Fasix

…volevo cambiare il Mondo, ma il Mondo ha cambiato me.

Lettere ad uno sconosciuto

with 2 comments

Buste1

Premetto, non ho la pretesa e non vuole essere un racconto epistolare romantico o altro.

Ho solo preso l’ aggettivo sconosciuto, per definire coloro che tendono ad essere invisibili o forse solo assenti ad una missiva o un richiamo. So che perdo fiele del mio fegato e che tale mio sfogo non porterà altro che lasciare traccia qui di un mio sconforto senza soluzione, ma lo faccio comunque. Vengo al nocciolo della questione. Non si tratta di raccontare lo scambio più o meno romantico tra una donzella settecentesca e il suo ben amato cavaliere, ma la semplice riflessione di chi una volta lanciato l’eco di una richiesta si ritrova a sentire il muto suono del vento ritornargli solo silenzio. Sarò più esplicito. Mi sta terribilmente sui testicoli e apparato uro-genitale in genere, chi non mi risponde. Si, una volta forse nel settecento appunto non si era così dotati di mezzi comunicazione, telefono, sms, mail, wat-ciàpelo, ecc e inviare la propria richiesta all’amato, o a chi ne fosse destinatario era implicito di dover aspettare qualche giorno se non settimana per la risposta. Poi più avanti nel tempo nella nostra bella nuova terra americana, si sono pure inventati i servizi di posta e i famosi pony express, che non sono solo quelli della pizza, e sono nati i primi posti di ristoro per diligenze e probabilmente anche allora aspettare era necessario. Ma oggi azzzolina, a parte la spasmodica attesa dovuta al servizio “impeccabile” di posta prioritaria, visti appunto tutti i nostri bei mezzi tecnologici, come cavolo è possibile pensare che non si possa arrivare ad una risposta cortese in tempi non giurassici??? E badate torno a sottolineare non vorrei più che altro dei tempi, ma del perchè dei ritardi se non assenza di risposte. Ecco parte l’ormone e mi incazzo. OSTREGAAAAAAAAA, se uno ti chiama, ti manda un sms, una mail o una cazzarola di chattata su wat-ciàpelo, PARCHE’ non rispondiiiiiiiiiiiiiiiiii????? Se sei impegnato, ti capisco, se non puoi ti capisco, se sei defunto ti perdono, se qualche cazzo di motivo ti impedisce OK, ma porca paletta se vedi una chiamata, o qualche cosa che non sono più i segnali di fumo degli APACHE, forse chi ti ha cercato voleva qualche cosa da te? Magari aveva solo bisogno di parlarti o magari era in coma etilico e gli è scattato il ditino e ha innondato la rubrica di wat-ciàpelo di cagate. Ma se sei nei suoi pensieri, forse è anche giusto dire “CAN te ghè reson”, quando posso ti richiamo. Ecco sfogo andato. (Mi perdoni chi leggendo l’intercalare veneto magari non capisce tutto). Ma davvero ne avevo bisogno. E’ un mio problema ne sono cosciente, ma sono fatto così, se uno mi cerca, io se non posso subito, faccio comunque in modo di sapere cosa volesse e se posso ancora essere di aiuto in qualche modo. Ed è forse per quello che mi da molto ma molto fastidio chi non fa altrettanto, ma evidentemente il mondo gira anche senza i miei torsogiramentiscrotali.

Written by Fasix

24 gennaio 2016 at 16:10

Prima di …

with 5 comments

maxresdefault-1

È bella leggila.
William Shakespeare diceva: Mi sento sempre felice sai perché? Perché non aspetto niente da nessuno; aspettare sempre fa male. I problemi non sono eterni, hanno sempre una soluzione, l’unica cosa che non ha rimedio é la morte. Non permettere a nessuno di insultarti, umiliarti o abbassare la tua autostima . Le urla sono lo strumento dei codardi, di chi non ragiona.
Incontreremo sempre persone che ci considereranno colpevoli dei loro guai, e ognuno riceve ciò che merita. Bisogna essere forti e sollevarsi dalle cadute che ci pone la vita, per ricordarci che dopo il tunnel oscuro e pieno di solitudine, arrivano cose molto buone ” Non esiste male che non passi al bene”. Per questo godi la vita perché é molto corta, per questo amala, sii felice e sempre sorridi, vivi solo intensamente per te stessa e attraverso te stessa, ricorda:
Prima di discutere…Respira
Prima di parlare…Ascolta
Prima di criticare….Esaminati
Prima di scrivere…. Pensa
Prima di ferire…. Senti
Prima di arrenderti…. Tenta
Prima di morire….. VIVI!!
La relazione migliore non é quella con una persona perfetta, ma quella nella quale ciascun individuo impara a vivere, con i difetti dell’altro e ammirando le sue qualità.
Chi non da valore a ciò che ha, un giorno si lamenterà per averlo perso e chi fa del male un giorno riceverà ciò che si merita.
Se vuoi essere felice, rendi felice qualcuno, se desideri ricevere, dona un poco di te, circondati di brave persone e sii una di quelle.
Ricorda, a volte quando meno te lo aspetti ci sarà chi ti farà vivere belle esperienze!
Non rovinare mai il tuo presente per un passato che non ha futuro.
Una persona forte sa come mantenere in ordine la sua vita. Anche con le lacrime negli occhi, si aggiusta per dire con un sorriso, sto bene.

Written by Fasix

8 gennaio 2016 at 18:09

Discorso di Capodanno di Balasso

with 2 comments

Written by Fasix

3 gennaio 2016 at 10:54

Buon 2016

with 4 comments

Written by Fasix

31 dicembre 2015 at 23:59

Buone Feste

with 2 comments

Written by Fasix

24 dicembre 2015 at 18:10

Pubblicato su Amicizia, Emozioni, Foto

Tagged with ,

Marco Mengoni – Ti ho voluto bene veramente

with 3 comments

Written by Fasix

5 dicembre 2015 at 13:48

Fiaba Rosa

with 5 comments

Fiaba Rosa
Le cose accadono.

A volte le programmiamo e non succedono, a volte ci piombano addosso inaspettatamente.

A volte ci lasciano indifferenti, a volte ci trapassano come lame che ci tagliano a metà. Gli eventi che non ci aspettiamo o che magari solo sogniamo e poi accadono penetrandoci in modo indelebile sono i più forti e più profondi da cancellare.

Se poi ci avvolgono come la nebbia in un turbine di Emozioni che vanno dalla gioia, al dolore, alla felicità, alla comprensione, all’intesa, alla complicità, in una totalità di massima vita vissuta, sono e rimangono per sempre dentro di Noi.

Possiamo anche rimuoverli, o forse far finta di dimenticarli, ma hanno fatto e fanno così fortemente parte del nostro vissuto che ci modificano l’esistere e ci appartengo in maniera assoluta.

Sono eventi vitali, che a volte si trasformano così dolcemente in quella che non ci saremmo mai aspettati ma che è una

dolcissima Fiaba Rosa nella anagramma della nostra Vita.

Grazie.

 

 

Written by Fasix

23 novembre 2015 at 13:00

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: